Parigi val bene una messa

L’espressione “Parigi val bene una messa” si fa risalire alle lotte religiose che hanno insanguinato la Francia alla fine del ‘500.

Con la diffusione del calvinismo in Francia, la lotta tra cattolici e protestanti si fa molto forte. Il re, Enrico III di Valois, è cattolico ma c’è una fazione cattolica che vorrebbe una lotta più dura verso i protestanti. Questa fazione è guidata da Enrico di Guisa. La fazione protestante, invece, è guidata da Enrico di Borbone, re di Navarra.  Lo scontro è passato alla storia come “lotta dei tre Enrichi“.

Enrico IV di Borbone

Nel 1588 Enrico di Guisa prende accordi con la Spagna ed Enrico III lo fa uccidere. Enrico III, allora,  si allea con Enrico di Borbone e per questo viene accusato di appoggiare gli ugonotti (calvinisti francesi) e un fanatico cattolico lo uccidere.
Prima di morire Enrico III nomina Enrico di Borbone come suo successore.  Il papa Sisto V dichiara non valida l’incoronazione di Enrico IV, essendo egli calvinista, e il re di Spagna, Filippo II, invade la Francia.

Nel 1593 Enrico IV, per risolvere la situazione si converte al cattolicesimo e il nuovo papa, Clemente VIII, lo riconosce come re.
“Parigi val bene una messa” è, appunto, attribuita a Enrico IV e comunemente indica la rinuncia alla propria fede, o alle proprie convinzioni, per raggiungere o mantenere una posizione di potere.

Share

La Riforma protestante

La Riforma protestante si inserisce in un contesto di crisi nel mondo cristiano. Con la spaccatura delle chiese riformate, l’Europa perde l’ultimo elemento unitario che era sopravvissuto al crollo dell’Impero romano.

In seguito alla Riforma e alla Controriforma, si rafforzeranno maggiormente gli stati nazionali e si procederà verso la secolarizzazione.

Lutero e Riforma protestante

Share

La Controriforma

Alla Riforma protestante la Chiesa cattolica risponde con una Controriforma. Alcuni storici si son chiesti se sia più giusto parlare di riforma cattolica o di controriforma. Considerando, però, che è stato solo con la riforma protestante che la Chiesa cattolica ha operato delle riforme che da tanto venivano richieste è, allora, più corretto parlare di controriforma.

Controriforma

Share

La nascita dell’Islam

La nascita dell’Islam è legata al popolo arabo, un popolo del deserto, fino ad allora rimasto ai margini della storia.

Se all’inizio la rapida espansione dell’Islam è legata all’espansione dell’Impero arabo, successivamente queste realtà si fanno più definite e meno coincidenti.

Share

Dalla nascita dell’Impero Ottomano alla Turchia

L’Impero Ottomano è stato a lungo un grande protagonista sulla scena internazionale per poi diventare un malato cronico e, infine, dissolversi.

La Turchia di oggi è un ponte tra l’Europa e l’Oriente, con i suoi punti di forza, i suoi limiti e le sue contraddizioni.

Ripercorrere la storia dell’Impero Ottomano, fino alla sua dissoluzione, e della Turchia da Ataturk a Erdogan serve, appunto, a meglio comprendere alcuni aspetti della realtà di oggi.

Impero Ottomano


Share

Islam e fondamentalismo

L’Islam si è diffuso dal VII secolo e si è diffuso in un’area omogenea, che va dal nord Africa fino ad arrivare in Asia. A oggi, bisogna notare la maggior parte della popolazione islamica non è araba ma è asiatica. Il Paese più musulmano infatti, è l’India dove l’islam è comunque una minoranza.

Islam nel mondo


Ci sono mote scuole dell’Islam, con differenze marcate. Anche laddove la religione gode di importanza, le divisioni non impediscono una lotta interna. A tal proposito va osservato che la gran parte delle vittime delle interpretazioni radicali dell’islam sono i musulmani stessi.

Sciiti e sunniti


L’Islam è una delle religioni più diffuse al mondo, ma gran parte dei musulmani non è osservante. In Italia il 90% dei musulmani non va in moschea. Tra i musulmani osservanti, inoltre, solo una piccola parte aderisce alle correnti fondamentaliste. Tra i fondamentalisti, poi, solo una minoranza giustifica la violenza e solo un’infima parte è disposto a praticarla.

Share

Questione di genere e femminismo

Una breve introduzione al femminismo e alla questione di genere.

Femminismo
Nel video seguente si parlerà delle varie ondate femministe, con riferimenti a:
– Olympe de Gouges
– Mary Wollstonecraft
– Suzanne Voilquin
– Charles Fourier
– Karl Marx
– Elizabeth Cady Stanton
– Emmeline Pankhurst
– Margaret Sanger
– Simone De Beauvoir
– Judith Butler

 

Share