Presidenti americani

Gli Stati Uniti d’America nascono come repubblica federale con la ratifica della Costituzione nel 1888. La Costituzione era stata scritta da Thomas Jefferson il 4 luglio 1776. Tale data è celebrata ogni anno come il giorno dell’Indipendenza.

Stati Uniti

Nome Anni Partito Note
George Washington 1789-1797 Indipendente Comandava l’esercito continentale contro gli inglesi nella Rivoluzione americana
John Adams 1797-1801 Federalista  
Thomas Jefferson 1801-1809 Democratico-Repubblicano Ha scritto la Dichiarazione di Indipendenza nel 1776
James Madison 1809-1817 Democratico-Repubblicano  
James Monroe 1817-1825 Democratico-Repubblicano  
John Quincy Adams 1825-1829 Democratico-Repubblicano  
Andrew Jackson 1829-1837 Democratico  
Martin Van Buren 1837-1841 Democratico  
William Henry Harrison 1841 Whig Deceduto
John Tyler 1841-1845 Indipendente  
James K. Polk 1845-1849 Democratico  
Zachary Taylor 1849-1850 Whig Deceduto
Millard Fillmore 1850-1853 Whig  
Franklin Pierce 1853-1857 Democratico  
James Buchanan 1857-1861 Democratico  
Abraham Lincoln 1861-1865 Repubblicano Ha guidato l’Unione nella guerra di secessione americana.
Ha fondato il Partito Repubblicano.
Ucciso
Andrew Johnson 1865-1869 Democratico  
Ulysses S. Grant 1869-1877 Repubblicano  
Rutherford B. Hayes 1877-1881 Repubblicano  
James A. Garfield 1881 Repubblicano Ucciso.
Chester Arthur 1881-1885 Repubblicano  
Grover Cleveland 1885-1889 Democratico  
Benjamin Harrison 1889-1893 Repubblicano  
Grover Cleveland 1893-1897 Democratico  
William McKinley 1897-1901 Repubblicano Ucciso
Theodore Roosevelt 1901-1909 Repubblicano  
William Howard Taft 1909-1913 Repubblicano  
Woodrow Wilson 1913-1921 Democratico Guida gli Stati Uniti nella Prima guerra mondiale.
Scrive 14 punti su come agire nel dopoguerra.
Warren G. Harding 1921-1923 Repubblicano Deceduto
Calvin Coolidge 1923-1929 Repubblicano  
Herbert Hoover 1929-1933 Repubblicano È presidente durante il giovedì nero (24 ottobre 1929).

Franklin D. Roosevelt 1933-1945 Democratico Mette in campo il New Deal, ispirato da John Maynard Keynes, per contrastare la crisi.
Guida gli Stati Uniti nella Seconda guerra mondiale.
Deceduto.
Harry Truman 1945-1953 Democratico Decide l’uso delle bombe atomiche contro il Giappone.
Fautore della “dottrina Truman” per limitare l’espansione comunista in Europa. Inizia la Guerra fredda.
Nel 1947 fa approvare il Piano Marshall con aiuti agli europei.
Dwight D. Eisenhower 1953-1961 Repubblicano  
John F. Kennedy 1961-1963 Democratico

Nel 1962 c’è la Crisi cubana.
Inizia il periodo della distensione.
Ucciso.

Lyndon B. Johnson 1963-1969 Democratico Inizia la Guerra in Vietnam.
Richard Nixon 1969-1974 Repubblicano Ritira le truppe dal Vietnam.
Si è dimesso in seguito allo scandalo Watergate.
Gerald Ford 1974-1977 Repubblicano Con la caduta di Saigon gli americani perdono la guerra del Vietnam.
Jimmy Carter 1977-1981 Democratico Fautore della dottrina Carter per difendere gli interessi nazionali nel golfo Persico contro l’URSS.
Guida il boicottaggio delle Olimpiadi a Mosca (1980)
Ronald Reagan 1981-1989 Repubblicano  
George H. W. Bush 1989-1993 Repubblicano  
Bill Clinton 1993-2001 Democratico  
George W. Bush 2001-2009 Repubblicano  
Barack Obama 2009-2017 Democratico  
Donald Trump 2017- Repubblicano  
Share

Escape room – Il mondo tra le due guerre

Quando hai ricevuto l’invito per una escape room hai pensato che fosse un regalo dei tuoi amici. Una escape room di storia sul mondo tra le due guerre. Hai pensato che non fosse male l’idea e che così avresti messo alla prova le tue conoscenze.
L’entrata è indicata in un portone in piazzale Baiamonti, a Milano, vicino a dove sorgerà il museo della Resistenza.

Piazzale Baiamonti - Milano

Suoni al portone che si apre ed entri. All’interno è buio, fai qualche passo e il portone si chiude alle tue spalle. Riesci a trovare l’interruttore della luce e ti accorgi di essere in un vecchio archivio.

Foto archivio

Sulla parete c’è un timer rosso e sulla parete trovi scritto “Hai un’ora di tempo per uscire. Solo i migliori riescono. Perdersi è più facile di quanto pensi”. E se non fosse un gioco? Guardi il cellulare ma l’archivio è schermato e non hai campo. Non hai altra scelta, devi cercare gli indizi e risolvere gli enigmi per uscire.

La porta, per essere aperta, ha bisogno di un codice alfanumerico composto da 16 elementi. Ti guardi intorno e vedi diverse cose che ti colpiscono.
C’è un vecchio pc acceso con un programma aperto simile a “Chi vuol essere milionario”. Vicino al pc trovi la scritta “Solo il migliore può pensare di uscire”.

Chi vuole essere milionario? - Immagine

Sul tavolo vicino trovi diversi oggetti:

Coccoina Velina fascista Moka

Su una sedia trovi un vecchio ricettario di cocktail:

Cocktails

Sulla parete trovi affissi dei poster che sembrano essere originali:

L'angelo azzurro - Locandina Il Mago di Oz - Locandina M – Il mostro di Düsseldorf Biancaneve - Locandina Tempi moderni - Locandina

Infine, vicino alla porta trovi un grammofono con i vinili di cinque canzoni:

Vinile - Abat.jour Vinile - Mille lire al mese Vinile - Un'ora sola ti vorrei Vinile - Bei Mir Bistu Shein Vinile - La gelosia non è più di moda

Una volta compreso il codice puoi inserirlo nella porta:

Share

Biancaneve e i sette nani

Biancaneve e i sette nani è il primo lungometraggio di animazione della storia del cinema. La pellicola è diretta da David Hand ed è prodotta dalla Walt Disney Productions. La storia è basata sull’omonima fiaba dei fratelli Grimm.
Il film è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi nel 1937 e in Italia arriva nel 1938.

Biancaneve e i sette nani - Locandina

Share

M – Il mostro di Düsseldorf

M – Il mostro di Düsseldorf è un film diretto da Fritz Lang nel 1931. La storia è stata ispirata dai delitti commessi da Fritz Haarmann e Peter Kürten nella Germania degli anni Venti a Dusseldorf, appunto. Il film però è ambientato a Berlino e racconta il terrore della popolazione in seguito alla morte di diverse bambine (in tedesco il sottotitolo recita “la città cerca un assassino”) e il coinvolgimento anche delle associazioni criminali per trovare il colpevole.
Il film in Italia non ha avuto il permesso della censura, né negli anni ’30 né nel primo dopoguerra, ed è uscito nelle sale solo nel 1960.

M – Il mostro di Düsseldorf

Share

Tempi moderni

La pellicola Tempi moderni è stata prodotta, diretta e interpretata da Charlie Chaplin ed è uscita nelle sale cinematografiche nel 1936. Il film racconta la storia di Charlot, un operaio che lavora a ritmi disumani e con gesti ripetitivi e alienanti in una fabbrica. A Charlot, tra manicomi, furti e scioperi, resta soltanto la fuga e l’evasione insieme alla sua amata.
L’opera è una delle più conosciute di Charlie Chaplin, famoso comico e attore, che mostra in modo leggero ma non superficiale la vita disumana che molti operai sono costretti a vivere in quelli che vengono definiti “tempi moderni”.
In Italia il film è uscito nello stesso anno.

Tempi moderni - Locandina

Share