Debate: l’arte di vincere con le parole

Argomentare

Una volta identificate le nostre tesi e aver compiuto dei lavori di ricerca e di recupero delle informazioni, dobbiamo portare delle argomentazioni logicamente strutturate a favore di ciò che stiamo sostenendo: questo è l’argomentare. 

Debate - Argomentare

Identificare il principio guida

Innanzitutto è necessario identificare il principio guida, che è il valore fondamentale che sta dietro tutte le proprie argomentazioni (es: libertà, sicurezza, salute, uguaglianza ecc…). Il principio guida è lo scheletro d’acciaio della nostra argomentazione.

Debate - Valore

Argomentazioni

Ogni discorso deve avere tre punti principali o argomentazioni. Tali punti devono essere costruiti sulla base del principio scelto e devono condurre i giudici a dare la vittoria alla propria parte. Nelle nostre argomentazioni bisogna sempre tener presente il punto principale che vogliamo sostenere, spiegare il perché e il come e utilizzare fatti, valori e politiche attuali per dare sostegno a quanto detto.

Fondamentale è strutturare l’argomentazione con un modello che si identifica con l’acronimo A-R-E-L
Assertion
– Reasoning
– Evidence
– Link back

Argomentazioni: assertion

L’asserzione (assertion) è l’idea centrale del ragionamento, ciò che si vuole affermare, ed è dove si vuole portare la giuria. Importante è:
– Essere chiari;
– Mantenere l’asserzione breve e ad effetto;
– Collegare i passaggi in modo logico.

Debate - Reasoning

Argomentazioni: reasoning

Con ragionamento (reasoning) possiamo intendere un processo logico articolato a sostegno di una tesi. Quindi argomentare può essere inteso come affermare una tesi e ragionare logicamente a sostegno portando evidenze. Il ragionamento può essere verticale (come la catena dei perché) e orizzontale (portando differenti dimostrazioni).
Ci sono molti modi per condurre un ragionamento:
– Induzione
– Deduzione
– Ragionamento ipotetico o causale

Argomentazioni: reasoning – Induzione

L’induzione è il metodo della generalizzazione: da fatti specifici a idee di valore generale.
Esempio di ragionamento induttivo:
– Tutti gli scandinavi che ho conosciuto sono persone cortesi (affermazione particolare).
– Anche Luca ha conosciuto molti scandinavi, l’estate scorsa, e mi conferma che sono persone molto cortesi (affermazione particolare).
– Dunque tutti gli scandinavi sono cortesi (conclusione generale).

L’induzione, giungendo a una generalizzazione da alcuni casi, può essere più o meno forte. Pertanto, l’importante è testare l’induzione chiedendoci:
– Il ragionamento è consistente?
– Ci sono esempi lampanti che negano la mia conclusione?
– I miei esempi sono generali e validi nel tempo?
– Le mie conclusioni sono abbastanza generali?

Argomentazioni: reasoning – Deduzione

La deduzione è un ragionamento che segue il procedimento inverso rispetto all’induzione: si parte da una affermazione generale e si deducono delle conseguenze particolari. 
Esempio di ragionamento deduttivo:
– Tutti i napoletani sanno fare la pizza (affermazione generale);
– Gennaro è napoletano (affermazione particolare);
– Quindi Gennaro sa fare bene la pizza (conclusione particolare).

Anche la deduzione, come l’induzione, può essere più o meno corretta. Le domande da porci sono:
– L’affermazione da cui partiamo è veramente universale e provata?
– Esistono casi particolari che dimostrano che l’affermazione generale non è valida?
– La deduzione che facciamo è conseguente?

Argomentazioni: reasoning – ragionamenti ipotetico-causali

I ragionamenti ipotetico-causali sono quelli in cui si afferma che una situazione A causa la situazione B (conseguenza). Si segue il modello:  se X, allora y. Se Y, allora Z.
Anche i ragionamenti ipotetico-casuali vanno messi alla prova ed è fondamentale chiedersi:
– La causa è effettivamente tale?
– È una causa significativa per l’argomento?
– Ci sono altre cause importanti che vengono trascurate?
– Sto confondendo le coincidenze con le cause?

Argomentazioni: evidence

L’evidenza (evidence) mostra ciò che il ragionamento dimostra ed è più efficace se descritta e spiegata. Le evidenze servono da supporto alle nostre argomentazioni. Sarebbe bene avere almeno tre evidenze per ogni argomento e per questo è importante il lavoro di documentazione. Le evidenze a sostegno della nostra tesi possono essere:
– Fatti generali (ma bisogna evitare di pensare che tutti abbiano le stesse idee);
– Statistiche (ma è necessario assicurarsi che siano aggiornate);
– Prove scientifiche e ricerche (ma le fonti devono essere attendibili).

Debate - Evidenza

Argomentazioni: link back

Il link back è il richiamo alla tesi iniziale, fondamentale per ricordare ciò che si sta sostenendo e mostrare l’unità del discorso.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*