Debate: l’arte di vincere con le parole

Confutazione

Confutare significa rispondere specificamente e strategicamente agli argomenti della controparte. Confutare significa analizzare le ragioni offerte dalla controparte e non offrire semplicemente una contro-argomentazione: il debater che confuta deve entrare nel merito delle argomentazioni avversarie per smontarle dall’interno.
La confutazione può essere:
– Diretta;
– Indiretta: attraverso un confronto tra argomenti;
– Preventiva: precedendo le possibili argomentazioni degli avversari.

Per confutare esistono varie strategie.

Debate - Confutazione

Strategie di confutazione: individuare le fallacie

Le fallacie sono argomentazioni persuasive che contengono degli errori. Le più comuni sono:
– generalizzazione indebita: partire da pochi casi e generalizzare (es: i Cipriani che conosco sono dei geni, tutti i Cipriani sono dei geni).
– appello dogmatico: non giustificare un’affermazione ma darla per scontata (es: non è possibile non amare Cipriani).
– non inferenza logica: quando si pronunciano due argomenti che non sono legati tra di loro da nessi logici (es: oggi c’è il sole e quindi Cipriani è veramente intelligente).
– petizione di principio: quando si spiega un argomento utilizzando l’argomento stesso (es: la felicità è ciò che rende felici)

Strategie di confutazione: negazione

Con la negazione non produciamo un nuovo argomento, ma entriamo nell’argomento stesso e lo neghiamo, magari con qualche dato o esempio.
es:
Se l’affermazione è: La libertà di parola promuove discorsi razzisti e sessisti.
La negazione può essere: Questo non è vero: nelle società dove c’è libertà di parola ci sono meno tensioni razziali e un maggiore rispetto per i diritti delle donne.

Strategie di confutazione: netto superamento

Con la negazione attraverso il netto superamento si introduce un elemento più importante affermando che bisogna preservarlo e che l’argomentazione avversaria potrebbe mettere in discussione.
es:
Se l’affermazione è: La libertà di parola promuove i discorsi razzisti.
Il netto superamento può essere: Sarà anche vero, ma la libertà di parola dà a tutti (incluse le minoranze etniche) la possibilità di esprimere le proprie opinioni e idee, e questo è molto più importante.

Strategie di confutazione: ribaltamento di una tesi

Con il ribaltamento della tesi si prende l’argomento dell’altro e lo si capovolge.
es:
Se l’affermazione è: La libertà di parola promuove discorsi razzisti.
Il ribaltamento della tesi può essere: Sì, è vero, ed è meglio che queste idee siano pubbliche, in modo che si possano mettere in chiaro, discutere, e alla fine rifiutare.

Strategie di confutazione: minimizzazione

Con la minimizzazione si toglie di importanza all’argomento dell’avversario.
es:
Se l’affermazione è: La libertà di parola promuove i discorsi razzisti.
La minimizzazione può essere: Può essere anche vero ma non è un problema grosso come lo fai sembrare tu, infatti è di gran lunga meglio che il problema del razzismo sia palese e se ne discuta per poterlo superare.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*